Ucraina Come aiutare !

Iniziative dell’Unità Pastorale Santa Maria Maddalena in favore dell’Ucraina

Abbiamo pensato a varie proposte

Prima proposta

Nella città di Zhitomir, 120 chilometri a ovest di Kijv, esiste dal 1994 una scuola cristiana ucraino-italiana, “Vsesvit”, fondata con il contributo di don Giuseppe e di don Giorgio Bosini del CeIS di Piacenza. La Scuola ha avuto un notevole sviluppo e da tre anni è stata affidata ai Salesiani ucraini. Più di 200 bambini e ragazzi la frequentano.

Don Giuseppe ha continuato a sostenere finanziariamente la Scuola.

Adesso la situazione economica è molto difficile. La scuola è chiusa, quindi mancano le rette dei genitori. Ci sono debiti pregressi, che rischiano di non essere pagati. Gli insegnanti e le loro famiglie rischiano di rimanere senza stipendio.

Di conseguenza, le offerte che vengono fatte alla UP saranno mandate primariamente alla Scuola.

Le offerte possono essere mandate direttamente al gestore della Scuola, padre Michal Wocial.

L’IBAN è il seguente: 

SALEZIANSKI WOLONTARIAT MISYJNY MLODZI SWIATU 30-323 KRAKOW, UL. TYNIECKA 39.

EUR account number: PL 84 1240 4533 1978 0000 5432 7177

Motivazione: Scuola Zhitomir.

Oppure, il versamento può essere fatto sul conto della Parrocchia di san Pellegrino:

UNICREDIT BANCA IT 65 H 02008 12824 000100 228896

Motivazione: Scuola Zhitomir.

Seconda proposta

Il secondo obiettivo riguarda l’accoglienza dei profughi qui. Ringraziamo le Suore del Buon Pastore che hanno messo a disposizione alcune stanze.

L’accoglienza, secondo le informazioni che abbiamo ricevuto, avverrà attraverso il sistema CAS, cioè il sistema di accoglienza per i profughi, già attivo per coloro che provengono dall’Africa e dall’oriente. In questo sistema, è inserito il CeIS.

Per aumentare i posti disponibili, l’idea è di rendere agibile la Villa Borettini a Canali, che può ospitare almeno 20 persone. La Villa ha però bisogno di un intervento per cambiare la caldaia e verificare l’impianto idraulico. Saranno necessari circa 10.000 Euro, che il CeIS non ha. Le offerte che riceveremo saranno quindi utilizzate anche per questo scopo, per rendere fruibile questi spazi.

L’IBAN è lo stesso: UNICREDIT BANCA IT 65 H 02008 12824 000100 228896

Motivazione: Profughi ucraini.

Per altre proposte e donazioni consultare costantemente il sito della Caritas diocesana: www.caritasreggiana.it.

Scopri il legame tra la nostra comunità e l'Ucraina

A questo link potete trovare una pagina del sito dedicata all’Ucraina e al rapporto che la nostra comunità a sviluppato negli anni con questo paese. 

Troverete anche un reportage con foto e testi del viaggio compiuto da alcuni giovani della nostra UP con don Giuseppe

Aggiornamenti accoglienza

AGGIORNAMENTO 13 MARZO 2022

  1. I due nuclei familiari che si sono presentati in parrocchia nei giorni scorsi sono ospitati nell’appartamento messo a disposizione dalle Suore del Buon Pastore. La gestione amministrativa dell’ospitalità è passata al CeIS. La responsabilità dell’accompagnamento e dell’aiuto all’integrazione rimane alla Unità Pastorale e il coordinamento è di Ilva.
  2. Continuano a presentarsi a san Pellegrino persone che chiedono ospitalità per sé o per altri. Le notizie che abbiamo ad oggi sono che le persone che sono fuggite dall’Ucraina e che si trovano nel territorio provinciale sono un migliaio. la maggior parte è ospitata da parenti che sono già qui per lavorare, ma una percentuale è davvero in situazione precaria.
  3. Il sistema di accoglienza prevede la presa in carico da parte del programma CAS, per intenderci, quello che è già operativo da anni per i richiedenti asilo di Africa e Asia. La presa in carico è stata finora abbastanza rapida, ma i posti a disposizione si stanno esaurendo rapidamente. Poi c’è il problema, per fortuna non ancora drammatico, di coloro che necessitano di accoglienza immediata, perché non sanno dove andare.
  4. Se il flusso degli arrivi aumenterà, come è probabile, ci saranno certamente gravi problemi. Che cosa si può fare? Potrebbe essere molto utile avere degli appartamenti in affitto. L’affitto sarebbe stipulato con il CeIS, che garantirebbe la continuità e la custodia del bene. Chiedo pertanto a chi mi legge di dare una mano in questo senso, trovando appartamenti per l’accoglienza. Il riferimento sono io, giuseppedossetti@solidarieta.re.it.
  5. I lavori a Villa Borettini sono a buon punto. Contiamo di aprirla entro 15 giorni.
  6. La Scuola di Zhitomir è ancora chiusa. E’ possibile però mandare dei denari attraverso la banca. Nei prossimi giorni, faremo una prova di invio, poi ci faremo carico almeno di una parte dello stipendio degli insegnanti, che ora sono senza lavoro. Aspettiamo l’indicazione di una cifra.
  7. Sono arrivate molte offerte, per le quali anche personalmente vi sono molto grato.

don Giuseppe