LA SOLITUDINE DELLA COSCIENZA – 57^ lettera alla comunità al tempo del coronavirus – Don Giuseppe

Siamo tutti convinti che la caratteristica più dolorosa del tempo che stiamo vivendo sia la solitudine. Se ne è parlato tanto, in riferimento al confinamento in casa degli anziani, al divieto di accesso ai reparti degli ospedali, alla morte senza che le persone care siano presenti. Anche gli episodi di ribellione ai limiti imposti dalle … continua a leggere

Io sono la Vera Vite, Voi i Tralci. V Domenica di Pasqua (B), 2 maggio, 2021 – Don Anthony

Domenica scorsa abbiamo riflettuto su Gesù Cristo, nostro salvatore come buon pastore che compie l’ultimo sacrificio per salvare il suo gregge, cioè noi. Oggi il buon pastore si paragona ad una vite coltivata dal Padre suo e noi siamo i suoi tralci. Questa semplice immagine ci trasmette una potente comprensione dell’intima unione che abbiamo in … continua a leggere

RIPARTENZA – 54^ lettera alla comunità al tempo del coronavirus – don Giuseppe

I numeri della pandemia sembrano diventare un po’ migliori o, forse, noi desideriamo che sia così. In ogni caso, c’è un gran desiderio di ripartire, un’energia viscerale, come dopo la guerra. Spesso, assomiglia alla volontà di ottenere un risarcimento, per le sofferenze subite e le limitazioni che ci sono state imposte.               In questi mesi, … continua a leggere

IN DIFESA DI TOMMASO – 53^ lettera alla comunità al tempo del coronavirus – don Giuseppe

               Desidero difendere l’apostolo Tommaso dalle critiche che gli son piovute addosso nei secoli. Pretendere di vedere e toccare il Risorto sarebbe, nell’opinione comune, il segno di una fede ancora materiale, alla quale si contrappone la virtuosa accettazione della predicazione ecclesiastica da parte di coloro che credono senza aver … continua a leggere